Aiuta l'Associazione Belluno-DONNA
contro la violenza sulle donne!

DONA ORA

News

Inizia la campagna dei sacchetti del pane

Comunicato Stampa

È partita la campagna dei sacchetti del pane “Per molte donne la violenza è pane quotidiano” del progetto di comunicazione del Comune di Padova, finanziato dalla Regione del Veneto, “L’Otto per Tutte”.
I dati Istat sul fenomeno della violenza contro le donne rilevano che solo il 3,7% delle 6 milioni 788 mila donne che subiscono o hanno subito violenza fisica o sessuale si rivolge ai Centri antiviolenza, e che il 12,8% non conosce l’esistenza del servizio.
A partire da questi dati e dall’esperienza quotidiana dei Centri antiviolenza è nata l’idea della campagna dei sacchetti del pane, che ha l’obiettivo di pubblicizzare i numeri di telefono dei tre Centri antiviolenza coinvolti nel progetto – Centro Veneto Progetti Donna, Belluno-DONNA, Iside Cooperativa Sociale –.
Attraverso questa attività, il pane verrà venduto presso gli esercizi aderenti all’interno dei sacchetti con il messaggio “Per molte donne la violenza è pane quotidiano. Se hai bisogno d’aiuto chiama il Centro antiviolenza”.
Il pane infatti arriva ogni giorno sulle tavole delle famiglie, perciò utilizzare la sua catena di distribuzione costituisce un metodo efficace per pubblicizzare i numeri dei Centri antiviolenza e per operare una prima opportuna sensibilizzazione della popolazione sul tema della violenza e sui servizi offerti alle donne.
La promozione dell’iniziativa è stata garantita dalle collaborazioni istituzionali e non che sono nate nei tre territori di Padova, Belluno e Castelfranco Veneto. Nel padovano, il Centro antiviolenza Centro Veneto Progetti Donna promuoverà la campagna in collaborazione con il Comune di Padova, ente capofila del progetto, i Comuni di Cadoneghe, Camposampiero, Cittadella, Conselve, Este, Piove di Sacco e Vigodarzere, l’Associazione Donna Antonella, la Cooperativa sociale Rel.Azioni Positive e le Associazioni di categoria, CNA Padova, Gruppo panificatori Ascom Padova e Confcommercio Ascom Padova, Confesercenti del Veneto Centrale, Confartigianato Padova – Ufficio Provinciale Artigiani. Nel territorio di Belluno, il Centro antiviolenza Belluno – DONNA promuoverà la campagna in collaborazione con il Comune di Padova e le Associazioni di categoria Appia CNA e Confcommercio Belluno – Gruppo panificatori. Infine, il Centro antiviolenza Iside – Cooperativa sociale svilupperà la campagna in collaborazione con il Comune di Padova e il Comune di Castelfranco Veneto.
La campagna dei sacchetti del pane rientra in un pacchetto di attività di comunicazione previste dal progetto “L’Otto per Tutte, che per tutto il 2018 permetterà di promuovere a livello regionale campagne di informazione e sensibilizzazione sulle tematiche della violenza contro le donne, degli stereotipi di genere e delle pari opportunità, nonché dei servizi offerti alle donne che subiscono maltrattamenti e abusi. Tra queste, a oggi è stato organizzato il percorso formativo per giornalisti/eIl linguaggio della violenza di genere nei media” e il Workshop in residenziale presso l’Ostello Altanon nelle Dolomiti bellunesi, dove sono state approfondite le tematiche della violenza contro le donne e degli stereotipi di genere con un gruppo di ragazze/i provenienti dagli Istituti Secondari di Secondo grado in cui durante l’anno scolastico i tre Centri antiviolenza hanno promosso progetti di prevenzione e sensibilizzazione.

Scarica c.s. in pdf: cs_4-7-2018_campagna-pane_l-otto-per-tutte.pdf

Conferenza a Soverzene

locandinaMercoledì 20 giugno 2018, ore 20.00, presso la sala polifunzionale di Soverzene (BL), conferenza:
Violenza di genere: miti e realtà“, a cura di Francesca Quaglia.
Sul riconoscimento e la prevenzione della violenza di genere, con analisi delle attività del Centro Antiviolenza Belluno-Donna.
(Cliccare l’immagine per altri dettagli)

Femministe – Una storia di oggi

Presentazione libro e mostra: 15 giungo 2018, ore 19 – a Feltre, via Borgo Ruga 1, antica osteria “Da Casot”.
Mostra in esposizione: dal 15 al 25 giugno 2018

Presentazione del libro e inaugurazione della mostra: “Femministe – Una storia di oggi” di Antonella Selva.
Una selezione di 18 tavole illustrate tratte dal romanzo a fumetti di Antonella Selva, una storia di oggi basata su una storia vera.
Le tre protagoniste, diverse per cultura, età, provenienza e classe, sperimentano nell’incontro con l’altra l’effetto straniante dell’impatto con modelli differenti di protagonismo femminile.
Irma ha quasi 60 anni, un passato di lotte di piazza e un impiego da insegnante in un istituto superiore di Bologna. Hayat ha 30 anni, viene da un piccolo paese del Marocco e cerca un lavoro per sostenere la famiglia. Afkar ne ha 17 ed è nata in Italia da una famiglia marocchina. Le loro tre storie si intrecciano, si equivocano, si scontrano, e, forse, le aiuteranno a capirsi.
il link del libro sul sito del Girovago: http://www.ilgirovago.com/antonella-selva-femministe/

Antonella Selva, nata a Bologna nel 1960, è stata consigliera comunale dal 1992 al 1999. Da anni si occupa di progetti di sviluppo in Marocco e di integrazione interculturale in Italia con l’associazione italo-marocchina Sopra i Ponti. All’attivo ha due pubblicazioni collettive con il gruppo Expris Comics dove usa il fumetto per raccontare storie di migrazioni e di viaggio.

Scuola aperta a Lozzo

Venerdì 18 maggio 2018, ore 20.30, Lozzo di Cadore (BL), Sala parrocchiale.
L’associazione di volontariato Scuolaperta presente “Laboratorio sottosopra – Qualcosa è cambiato“.
Programma:

  • Introduzione: video e intervento di Simone Da Pra
  • Letture di testi poetici (Alda Merini, Talmud)
  • Spettacolo teatraleQualcosa è cambiato” – Prima di essere uno spettacolo è una riflessione dei ragazzi sulla tematica della violenza di genere, uno sguardo che i ragazzi hanno rivolto a questa tematica scottante, attuale, difficile da trattare, e un modo per mettersi in gioco.
  • Intervento di Anna Cubattoli (presidente Associazione Belluno-Donna)
  • Conclusione: proiezione del videoBackstage

Altri dettagli: scuolaperta2018.pdf

Corso per giornalisti sul linguaggio di genere e il linguaggio della violenza

Il linguaggio della violenza di genere nei media” – Percorso formativo per giornalisti/e realizzato nell’ambito del progetto “Lotto per Tutte”, dedicato ad accrescere la conoscenza del fenomeno della violenza contro le donne, degli stereotipi di genere e dei servizi anti-violenza del territorio.

  • 5 giugno 2018: “Violenza sulle donne: il manifesto di Venezia”
  • 12 giugno 2018: “Le donne viste dai media”
  • 19 giugno 2018: “Violenza sulle donne, linguaggi e pratiche giornalistiche”

Per tutti i dettagli: corsogiornalisti2018.pdf

 

Seguici su Facebook

Archivi