IRIS (Coordinamento dei Centri Antiviolenza del Veneto) rende pubblici i dati delle richieste di aiuto arrivate da gennaio a ottobre 2015 ai Centri Antiviolenza della Regione.
Da gennaio a ottobre di quest’anno 1315 donne si sono rivolte ai Centri Antiviolenza del Veneto.
Più del 50% di queste donne hanno un’età compresa tra i 30 e i 50 anni e vivono relazioni stabili in cui sono presenti nella maggior parte dei casi figli e figlie minori.
Del totale delle donne, il 96% (1263) sono vittime di violenza che si consuma all’interno delle mura domestiche, mentre il 4% (52) di queste sono state vittime di violenza extra-familiare. È quindi quasi sempre all’interno della famiglia che avvengono le violenze per mano del marito/compagno, dove i figli e le figlie sono spesso spettatori e spettatrici, quando non coinvolti direttamente, e perciò vittime di violenza assistita.